GUSTAVO PESARIN

Architetto, Incisore, Ceramista

Nato a Pozzomaggiore (Sassari) nel 1939. Frequenta il liceo scientifico di Sassari e in quel periodo è allievo della pittrice Liliana Cano. Segue le mostre degli artisti sassaresi, fra cui quelle apprezzate di Libero Meledina, non dimenticando gli incisori di quella città che destavano in lui i primi interessi nella grafica. Da liceale apprende i metodi e la composizione dell'arte ceramica che praticherà, di volta in volta negli anni successivi. molte sue ceramiche possono essere visibile al Museo Comunale di Pozzomaggiore e nella sala delle stampe del Comune di Tortolì,  Dopo la maturità si iscrive alla facoltà di architettura del Politecnico di Torino dove, oltre alla cultura di quella città inizia gli studi personali della Sezione Aurea (S.A.). Dopo il biennio piemontese in cui l'architetto Cesare Bairati è uno dei suoi primi Maestri per gli studi sulla Divina Proporzione, si trasferisce a Firenze ove, nell'ambito della cultura fiorentina, entra in contatto con lo spirito e la mentalità del grande professore e'architetto Giovanni Michelucci. In questi ambiti fu fondamentale l'intrinseca ricerca e conoscenza, sempre più personale,  delle regole geometriche connaturate all'uomo e al cosmo. Dopo la laurea rientra in Sardegna per un periodo di diversi anni, esercita la professione come architetto e insegna disegno all'Istituto Tecnico Industriale Dionigi Scanu di Cagliari e all'Istituto Europeo di quella stessa città. Durante la permanenza in Sardegna vince un concorso nazionale per la carriera nelle Sovrintendenze ai Monumenti alla quale rinuncia per altre scelte personali. Quindi ritorna sulla penisola dove vive e lavora tuttora nella città di Urbino. In quest'ultima si interessa attivamente alla grafica ed in particolare alla Xilografia e alla Linoleumgrafia dove introduce dei sistemi di esecuzione originale.  

Si vuole precisare che molte opere, sopratutto del primo periodo artistico, non sono qui rappresentate ma fanno parte di tutta la collezione antologica visibile presso il Museo Comunale di Pozzomaggiore.

 

  cm 110 x 110  
   
   Quadro in rigorosa S.A.                                                                 G. Pesarin  

 

 

                           

 

     Sezione Aurea

     G. Pesarin 

 

 

Progetto della chiesa di S. Maria Coghinas (SS) - 1972

Rustico in S.A. dell'opera. Si evidenzia anche la progettazione Frattale.

Progetto 1972                                                                                                                G. Pesarin

S. Maria Coghinas (SS). Lato est con sovrapposizione reticolo della sezione aurea

G. Pesarin

S. Maria Coghinas (SS)

Chiesa vera e propria: pianta  Ribaltamento a 180°

 

 

 

 

 

STAMPE: Xilografia, linoleumgrafia, litografie originali, incise a mano e stampate con torchio manuale.

 

 

cm 30 x 30

2/8         Xilografia tra verde e bruno 1981/2005

G. Pesarin

Eredità D.

 

 

cm 40 x 40

1/1                Sottofondo nel sommerso               2012

G.Pesarin

Consensi e letture improvvise a ritratti sovrapposti

 

 

cm 40 x 60

4/4                 Geometrie in campo oro                2012

G. Pesarin

Proiettarsi in ritmiche cadenze e timbri

 

 

cm 30 x 43

1/20           La luna in gioco - Litografia '92 

G. Pesarin

Uno psichismo esaltante verso il cosmico umano

 

 

cm 30 x 30

4/4                Agli antipodi - Xilografia             1989-90

G. Pesarin

L'universo a noi celato e connaturato 

e, se arcaico, inusitato

 

 

cm 40 x 60

1/1                  "Lucy" - Linoleumgrafia          2008/2009

G. Pesarin

Una fanciulla che riemerge dalla sua profonda era

 

 

cm 40 x 60

1/1       "Cantore per Lucy" - Linoleumgrafia  2008-2009

G. Pesarin

Risuona nel presente il passato sfuggito

 

 

 

cm 30 x 30

1/1              Dialoghi Perduti - Xilografia              1993

G. Pesarin

Pietrificati silenzi, incisi nel buio incontaminato

 

 

cm 35 x 43

34/40     "Il centauro d'oltre mare" - Litografia      2002

G. Pesarin

La favola nel mito

 

 

cm 40 x 40

1/2              "Carta vincente" - Xilografia             2011

G. Pesarin

Congiunte, ricche e corali, ma ironiche presenze


 

 

cm 40 x 60

1/1       "Figuranti in Azione" - Linoleumgrafia       2007

G. Pesarin

Mutevoli reazioni e contrasti cangianti

 

 

 

cm 40 x 60

7/12   "Caduta libera e deposito alluvionale" - Xilografia   2010

G. Pesarin

Fenomeniche nel Cosmo

 

 

 

cm 40 x 60

4/5    "Mappatura ed orti rossi" - Linoleumgrafia    2012

G. Pesarin

"La febbre della natura"

 

 

 

cm 30 x 30

21/30                     Gold of Sardinia                    1992

G. Pesarin

"La Terra Madre"

 

 

 

cm 40 x 60

13/14         "La Fionda" - Linoleumgrafia               2010

G. Pesarin

Se abile è il miratore

 

 

 

cm 30 x 30

1/1                       "rito voudou"                           2012

G. Pesarin

"Credenziali all'incontrario"

 

 

 

cm 30 x 30

1/3                   Giocolieri - Xilografia                  2011

G. Pesarin

Molteplice e feconda ogni cadenza, trasfigura

aspettative sotto un attento sguardo che ritorna

 

 

 

cm 40 x 40

4/12               Autoritratto - Xilografia         1982-2005

G. Pesarin

Dall'analisi sparsa, ogni sintesi

ripropone la sua stessa unità

 

 

 

 

cm 30 x 30

1/1                Urla sottratte - Xilografia                1990

G. Pesarin

Crudele intreccio nei simboli ritorti

 

 

 

cm 40 x 60

1/1  Maschere rosse a carnevale - Linoleumgrafia   2007

G. Pesarin

Angolature e danze

 

 

 

cm 40 x 60

7/9            All'ombra della fanciulla in fiore          2009

G. Pesarin

La fronda dell'amore

 

 

 

cm 30 x 48

20/23        La fête dedans la mort - Litografia       2002

G. Pesarin

Contrasti e verità

 

 

 

cm 24 x 23

15/25      Laurea Honoris Causa - Litografia         1993

G. Pesarin

In geometria inusuale

 

 

 

cm 18 x 25

5/20               Funambolo - Litografia                  1992

G. Pesarin

"Sotto le stelle nere"

 

 

 

cm 40 x 60

5/5           Lacune tra gli intarsi - Xilografia           2012

G. Pesarin

Cosi, riesce distinta tra i bianchi, ogni silhouette

 

 

 

cm 30 x 30

8/30           L'eredità del Duca - Xilografia            1981

G. Pesarin

Estate ad Urbino

 

 

 

cm 40 x 60

1/1         Giardini all'Italiana - Linoleumgrafia         2008

G. Pesarin

Rivelando percorsi, riposti e naturali

 

 

 

La pietra

-

Muscolo contratto.

Lo sforzo della pietra:

Dentro è amore.

In se stesso.

La pietra della vita.

La vita della pietra.

La profonda impronta

Di una radice di pietra

Ha plasmato l'Essere.

Ed è rimasta lì,

Pura Sapienza intatta.

                   Sassari 1957                          G. Pesarin